Nahi a Roma

I nostri amici, simpatizzanti e frequentatori del sito sanno di Nahi, una bambina di 8 anni , che, caduta nella fossa settica del villaggio e rimastavi per un pò di tempo, ha riportato forti infezioni ed ha perso la vista.

Finalmente è arrivata a Roma accompagnata da Reverien e scortati da Lina, una suora amica di Claudina che ha viaggiato con loro aiutandoli in tutto. Cristina li prende in carico e dietro la macchina di Agostino, il presidente di Ali di scorta l’associazione che ha fornito loro un alloggio, si avviano verso via Trionfale 8477 per raggiungere l’appartamento dove saranno ospitati. Nahi si addormenta ma Reverien, anche se stremato guarda attonito: è la prima volta che esce dal Burundi e mette piede in una città come Roma!

Chi ha incontrato Nai in Burundi e qui a Roma ha provato emozioni fortissime. Un motivo è che ci si rende conto di aver di fronte una bambina che fa parte del mondo di coloro che non hanno assolutamente nulla, ma assolutamente nulla in termini di beni.

Lei non ha neanche la vista. Non è facile, nel nostro mondo, incontrare persone così.

Quando però la si incontra,  si conosce una bambina estremamente intelligente, che impara subito parole italiane, che ride di cose anche piccole ( l’altalena, lo scivolo, la radio, una albicocca ,,,,) che canta, parla, ti chiama…. è incredibile ma sembra od è felice.

Nahi è stata operata Allegra e felice come sempre ha aspettato con pazienza il suo turno. Pare che la pazienza l’abbia persa solo in sala operatoria e questo ce lo faremo raccontare da Reverien che le è stato molto vicino.

L’intervento di ‘simblefaron’ (termine tecnico che indica la cicatrizzazione della congiuntiva palpebrale con quella corneale) è stato lunghissimo.

Finalmente la visita!

E’ stata portata in sala operatoria alle 11,15 circa e i chirurghi che  hanno operato sono usciti dopo le 2,30. Se tutto va bene e non si formano altre aderenze, se ….., se ……., la visione con questo occhio destro le permetterà di orientarsi e riconoscere alberi, persone e cose ma senza una visione distinta poiché anche la cornea è opaca. NON E’ POCO!!! Forse ci illudevamo che potesse essere fatto di più ma questo è già TANTO e in seguito …. chissà! Forse potrà essere scollato anche l’altro occhio  ma per ora si vuole vedere come reagisce il destro.

Oggi esce dall’ospedale e lunedì avrà il primo controllo: VEDRA’ QUALCOSA?

Ti interessa saperne di più?  Clicca qui.

Annunci

I commenti sono chiusi.